Utenze e Servizi - Italiani NATO Izmir

Vai ai contenuti

Menu principale:

Utenze e Servizi
Utenze e Servizi
   └> Utenze e Servizi
UTENZE

Durante la permanenza ad Izmir, si raccomanda di conservare tutti i documenti riguardanti i pagamenti, tutte le ricevute dei versamenti effettuati con bonifico, le fatture pagate per l’utenza di un servizio e gli interventi presso il nuovo alloggio in affitto, sarà utile poterne disporre in caso di contenzioso con il proprietario e con qualsiasi altro gestore di servizi. Si sottolinea che in Turchia il mancato pagamento nei termini previsti comporta alla scadenza del sessantesimo giorno dall’ultimo pagamento effettuato, la sospensione immediata e senza preavviso della fornitura. Allo stesso tempo, nel giro di poche ore è possibile riattivare un servizio che era stato sospeso, dimostrando l’avvenuto pagamento delle fatture in questione.
 
(a)   Riscaldamento
 
A seconda dei quartieri, i sistemi di riscaldamento funzionano a carbone, gas metano e energia elettrica.  Meno diffusi sono quelli a gasolio.  Se si dispone di un alloggio con impianto autonomo è consigliabile effettuare annualmente la manutenzione della caldaia e del condotto fumario principale.
 
 
(b)  Tasse
 
Le imposte sulla casa o sull'appartamento sono a carico del proprietario.

 
(c)   Apparecchi televisivi
 
Il sistema televisivo utilizzato dalla televisione turca è compatibile con quello italiano.  Inoltre, ad Izmir, quasi tutti gli appartamenti sono serviti dal sistema via cavo non a pagamento che consente la visione di alcuni canali internazionali in lingua inglese, oltre ai normali canali in lingua turca. La televisione italiana è visibile solo con il satellite orientato su Astra e Hotbird e la sottoscrizione di un abbonamento ad un operatore di pay-tv.
 

(d)  Internet
 
La linea ADSL turca e quella 4G sono tra le piú veloci in Europa; il contratto è facilmente stipulabile in qualsiasi negozio dei vari operatori a dei costi che vanno dalle 75 lire turche mensili (per un servizio flat medio alto) in su.
 

(e)   Gas ed elettricità
 
Dal 2014, ad Izmir è stata realizzata la distribuzione del cosidetto GAS di città. Non tutte le abitazioni hanno effettuato il collegamento a cura dei proprietari,  pertanto può capitare di dover alimentare la cucina con bombola a gas.   La corrente elettrica è erogata a 220 W/50Hz  tramite prese tripolari (modello tedesco). La bolletta elettrica ha cadenza mensile e può essere domiciliata presso il proprio conto corrente turco, mostrando l’ultima bolletta pagata dal proprietario.
 

(f)    Acqua
 
La bolletta ha cadenza mensile. Gli importi dovuti per tale servizio possono essere pagati tramite versamento bancario o tramite addebito sul proprio conto corrente bancario.

 
(g)   Uso dei cellulari                     
 
L’utilizzo del cellulare acquistato all’estero deve essere registrato in Turchia entro 120 giorni dal primo utilizzo di una qualsiasi sim card turca considerando che non è possibile registrare più di un cellulare in 24 mesi. Registrare un cellulare significa renderlo operativo per più di 120 giorni una volta inserita una sim card turca (prepagata o a contratto) mentre i cellulari con sim card non turca continueranno a funzionare regolarmente anche se non registrati, a condizione di non aver mai inserito una sim card turca. La registrazione avviene mediante i seguenti passaggi presso la Banca o presso il Tax registration office di cui la cartina si potrà trovare nel giá citato allegato “D”.
 
-    munirsi di fotocopia del passaporto di servizio (verificare che sia stato apposto il visto d’ingresso in Turchia da non oltre 120 giorni);
 
-    annotare il numero IMEI del telefono che s’intende registrare (digitare *#06# e premere il tasto invio. Il numero di 15 cifre appare sullo schermo);
 
-    effetuare il pagamento presso la filiale della Is Bank interna o effettuare il pagamento mediante la compilazione di un apposito modulo presso un Tax registration office;
 
-    verificare che la registrazione (almeno dopo due settimane dalla richiesta) abbia avuto esito positivo e che l’IMEI del cellulare sia stato inserito nel sistema mediante questi passaggi:
 
. accedere alla pagina  http://imei.tk.gov.tr/;
 
. inserire il numero IMEI composto da 15 cifre;
 
. premere il tasto “sorgula”;
 
. nella successiva schermata comparirà la validazione richiesta
 
. se non ha esito positivo occorrerà verificare la registrazione presso il Tax registration office.
 
-    Recarsi presso un ufficio postale muniti di:
 
. passaporto utilizzato per l’ingresso in Turchia;
 
. documento identificativo (Id card);
 
. residence permit (esclusivamente per i componenti del nucleo familiare);
 
. Foreign Id number o carta militare turca.
 
La procedura si conclude con il pagamento di 2 Lire turche presso lo sportello dell’ufficio postale presso il quale si presenta la documentazione, che provvede alla consegna di una busta contenente un codice ed un username per il collegamento e la registrazione (mediante un login) sul sito governativo www.türkiye.gov.tr . Una volta completato il login l’interessato dovrá necessariamente richiedere il supporto di un collega turco perchè non esiste una sezione in inglese per stranieri.
 
Tuttavia, inserendo nella sezione “search” della homepage la parola “IMEI” verrá visualizzata la pagina di interesse per l’inserimento dei dati finali per la definitiva registrazione del telefono.
 
 
Glı Italianı del LANDCOM di Izmir (Turchia)
Torna ai contenuti | Torna al menu